Parere consultivo favorevole in commissione Politiche economiche, presieduta da Luciana Serri, relativamente alle materie di competenza, alla manovra di assestamento e prima variazione, con disposizioni collegate, al Bilancio di previsione 2018 e al Rendiconto 2017 della Regione. Hanno votato a favore Pd, Si e Misto-Mdp, voto contrario da M5s, Fi e Misto-Mns.

«Lotta all’evasione e capacità di riscossione, hanno consentito alla Regione di non dovere ricorrere a mutui e prestiti e di riuscire a realizzare nel 2018 una manovra di assestamento particolarmente corposa, operando precise scelte politiche – spiega Serri –. Un assestamento di bilancio di 41 milioni nel 2018 (72 milioni di euro nel triennio 2018-2018). Per effetto di rimodulazioni e riduzioni di spese è stato possibile finanziare ulteriori interventi, in particolare 12,6 milioni di euro per la sanità, 10 milioni di euro per l’impiantistica sportiva, 4 milioni di euro per interventi di protezione civile, 1,4 milioni di euro agli enti di formazione, 1,39 milioni di euro per trasferimenti ai comuni per l’eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati e 1,3 milioni di euro per il polo tecnologico. Oltre a 1,2 milioni di euro per la riqualificazione di aree commerciali, 1 milione di euro per il piano di promozione turistica».

Per quanto riguarda le materie di competenza della commissione, nel provvedimento che armonizza i sistemi contabili per rendere più efficace l’azione amministrativa sono inserite disposizioni in materia di sport, turismo e sviluppo economico; in quest’ultimo ambito, si segnalano le norme sui consorzi fidi per le piccole e medie imprese e la revisione delle norme sulla produzione e la vendita del pane.