Montalti (PD): “La Regione si attivi col Governo, è necessaria una soluzione in tempi celeri, per non penalizzare i bilanci comunali”

Il contenzioso tributario tra il Comune di Cesenatico ed Eni sul pagamento dell’Imu 2014 e 2015 finisce in Regione. La Consigliera regionale Lia Montalti ha presentato un’interrogazione alla Giunta regionale per chiedere che la Regione Emilia-Romagna, pur non avendo competenze dirette sul tema, si attivi con Governo e Ministero competente affinché si giunga ad una soluzione in tempi celeri.

“Tale contenzione tributario tra concessionari di impianti in acque territoriali e Comuni costieri – spiega Montalti – rischia di causare ingiustificate penalizzazioni ai bilanci comunali, che alla fine ricadono sui cittadini. Per il Comune di Cesenatico si tratta infatti di 3,8 milioni di euro che sono fondamentali per assicurare servizi e investimenti nel territorio”.

Il tema è stato affrontato anche dal Consiglio Comunale di Cesenatico, che attraverso un ordine del giorno, votato all’unanimità, ha chiesto un intervento risolutivo al Governo, al Parlamento e alla Regione.

“Raccogliendo le segnalazioni del territorio ho sollecitato un intervento alla Giunta – conclude la consigliera dem – chiedendo che si attivi presso il Governo e il Ministero competente, proprio per trovare una soluzione in tempi celeri. È necessario infatti un intervento risolutivo a livello nazionale rispetto al conflitto in corso. E ciò può essere possibile attuando la norma fissata all’articolo 1, comma 728 della Legge di Bilancio 2018, che mette al sicuro i Comuni con piattaforme petrolifere sulla propria costa dal rischio di non incassare le tasse dovute”.