L’Emilia Romagna punta sempre più sull’elisoccorso. Nel 2017 il servizio ha effettuato 3.213 missioni e 1.960 ore di volo. La Regione ha individuato altre 142 elisuperfici, che diventeranno operative nel biennio 2018-2019, di cui oltre la metà in zone montane. Dalle 17 attuali si passerà quindi a 159, per coprire l’intero territorio regionale. Il capogruppo e i consiglieri PD accolgono con soddisfazione la notizia.

Il capogruppo in Regione Stefano Caliandro sottolinea: “Saranno attivate più di 140 nuove aree per l’atterraggio e il decollo delle eliambulanze in tutta la Regione, da Piacenza a Rimini. Un lavoro enorme, che si aggiunge ad alcuni interventi analoghi già effettuati a giugno. Un lavoro che garantirà interventi immediati a tutela della salute dei nostri concittadini, soprattutto nei comuni della montagna, dove i collegamenti sono più difficoltosi. Da oggi, gli emiliano-romagnoli sono più sicuri. La Regione Emilia-Romagna è orgogliosa di confermare con questi interventi il proprio impegno affinché nessuno sia mai lasciato solo”.


Aree di atterraggio e decollo delle eliambulanze nelle varie province

PIACENZA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Farini, Ottone, Morfasso, Nibbiano, Rivergano, Castel San Giovanni, Fiorenzuola d’Arda, Vernasca, Corte Brugnatella, Monticelli d’Ongina, Ferriere, Pecorara, Zerba, Cerignale, San Giorgio Piacentino, Agazzano, Piacenza (ospedale)

Aree già attive di notte da giugno 2017:

Bobbio

PARMA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Bedonia, Bardi, Berceto, Bore, Corniglio, Tornolo, Varsi, Monchio delle Corti, Varano de’ Melegari, Pellegrino Parmense, Calestano, Tizzano Val Parma (Lagrimone), Neviano degli Arduini, Solignano, Busseto, Polesine Parmense/Zibello, Sissa/Trecasali, Palanzano, Fornovo di Taro, San Secondo Parmense, Fidenza (ospedale di Vaio)

Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Parma, Ospedale Borgo Val di Taro

REGGIO EMILIA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Carpineti, Vetto, Toano, Villa Minozzo, Villa Minozzo (Civago-Febio), Ventasso (Collagnana), Ventasso (Ligonchio), Ventasso (Busana), Ventasso (Ramiseto), Baiso, Ventasso (Succiso), Canossa, Casina, Toano (Cerredolo), Castelnovo ne’ Monti (loc. La Gatta), San Polo d’Enza, Reggiolo, Brescello (Lentigione), Guastalla

Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Reggio Emilia, Ospedale Castelnovo ne’ Monti

MODENA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Pieve Pelago, Finale Emilia, Fanano, Fiumalbo, Prignano sul Secchia, Serramazzoni, Carpi, Marano, San Martino Spino/Gavello, Zocca, Sassuolo, Novi, Nonantola, Sestola, San Felice sul Panaro, Campogalliano, Castelvetro, Sorbara, Frassinoro, Formigine, Mirandola

Aree già attive di notte da giugno 2017:

Policlinico Modena, Ospedale Baggiovara, Aeroporto Pavullo nel Frignano, Palagano, Montese

BOLOGNA e IMOLA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:
Loiano, Monghidoro, Castiglione dei Pepoli, San Benedetto Val di Sambro, Lizzano in Belvedere, Vergato, Castel di Casio, Galliera, Monterenzio, Savigno, Molinella, Marzabotto, Budrio, Crevalcore, Bentivoglio, Medicina, Sassoleone, Borgo Tossignano, Castel del Rio, Imola, Mordano

 Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Maggiore di Bologna (2 elisuperfici), Gaggio Montano

FERRARA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Goro, Jolanda di Savoia, Cento, Copparo, Bondeno, Argenta, Mesola, Portomaggiore, Tresigallo, Sant’Agostino, ospedale Ferrara (ex Sant’Anna), Poggio Renatico

Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Ferrara – Cona, Ospedale Delta – Lagosanto

RAVENNA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Brisighella, Casola Valsenio, Alfonsine, Lugo, Faenza, Russi, Cervia

 Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Ravenna

 FORLI’-CESENA

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Santa Sofia, Rocca San Casciano, San Benedetto in Alpe, Modigliana, Bagno di Romagna, Premilcuore, Sogliano al Rubicone, Cesenatico, Mercato Saraceno, Verghereto, Meldola, Forlì (ospedale)

 Aree già attive di notte da giugno 2017:

Ospedale Cesena

RIMINI

Comuni in cui saranno attivate le nuove aree per il decollo e l’atterraggio anche notturno:

Mondaino, Sant’Agata Feltria, Riccione, Ponte Verucchio, Cattolica, Sant’Arcangelo di Romagna, Morciano di Romagna, Casteldelci, San Leo, Bellaria, Novafeltria, Rimini (ospedale)