Il consigliere regionale Gianni Bessi commenta la presentazione del rapporto sull’economia del 2017 che si è svolto stamattina alla presenza del prof. Romano Prodi e del Presidente Stefano Bonaccini, realizzato in collaborazione tra Unioncamere e Regione Emilia-Romagna e con il contributo di Nomisma e Ervet. Il report conferma la crescente attrattività del sistema economico e produttivo e l’impegno del sistema regionale nella costruzione del futuro. Ecco il suo commento:

 

 

Grazie anche al giusto e responsabile utilizzo dei Fondi europei e di nuovi strumenti per l’attrattività del sistema economico e produttivo, come la Legge regionale 14/2014, il 2017 è stato un anno positivo per l’economia dell’Emilia-Romagna ed è stato possibile diminuire la disoccupazione e favorire la crescita di percorsi di innovazione, di specializzazione intelligente, di internazionalizzazione di imprese e filiere produttive. Senza trionfalismi dobbiamo continuare con il nostro pragmatismo in questa battaglia per il lavoro di domani.

Impegnarsi a costruire il lavoro di domani significa continuare a compiere scelte che contribuiscano a difendere e fare crescere la spina dorsale di una regione e di un’Italia che non ci si aspetta, quella fatta di persone, che propongono idee e portano avanti progetti; di imprese che in silenzio muovono l’economia e sostengono la società. Contribuire a un’Italia sempre in movimento, diversa da quell’immagine un po’ folkloristica, e sminuente, in cui a volte viene relegata. Significa anche pensare ai giovani che saranno i tecnici, i progettisti, la classe dirigente di domani, ai quali dobbiamo dare la possibilità di studiare per maturare le competenze che gli permettano di realizzarsi.

 

Il consigliere regionale del PD

Gianni Bessi