Carnevalate fuori stagione NO GRAZIE. Le “ronde xenofobe” che hanno visto un gruppetto di militanti di Forza Nuova scendere in spiaggia a Rimini erano passate in città nell’indifferenza generale, come doveva essere. Poi è emerso l’obiettivo reale di questa ‘azione’: guadagnare visibilità. Oltretutto a spese della collettività, dato che per questa ‘scenetta’ sono state impegnate anche le forze dell’ordine, che invece di dover seguire gli spostamenti di dieci militanti avrebbero potuto e voluto dedicare il proprio tempo ad attività più utili. Le ronde hanno dunque ottenuto un doppio risultato: hanno portato a Forza Nuova la visibilità tanto desiderata e hanno offerto all’Italia un’immagine falsata di Rimini e della Riviera, lontanissima da quella reale.

La sicurezza è un tema sentito da tutti, che però non si risolve con ridicole marcette dimostrative ma con attività strutturate, complesse e costanti nel tempo. Proprio pochi giorni fa è stato firmato il programma “Luci sulla spiaggia”, un accordo tra il Comune di Rimini e la Regione Emilia-Romagna per il potenziamento della videosorveglianza della spiaggia e più in generale per il controllo dell’arenile. Sono azioni che fanno meno colore di una passeggiata in maschera, ma senza dubbio più efficaci.

Nadia Rossi

Consigliera Regionale PD Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna