L’assistenza socio sanitaria alle persone con disturbo dello spettro autistico è oggetto di un’interrogazione presentata alla Giunta regionale da Manuela Rontini (Pd).

Il Programma regionale integrato per l’assistenza alle persone con disturbo dello spettro autistico (Pria), varato dalla Regione nel 2008, spiega la consigliera, “ha consolidato gli impegni fino ad allora assunti in tema di autismo e ha impartito indirizzi alle Aziende sanitarie affinché fosse costituita la rete Hub & Spoke e la relativa definizione di percorsi clinici individualizzati nelle diverse fasce di età”.

Successivamente, riporta l’esponente Pd, il Programma regionale 2011-2013 “ha individuato gli obiettivi per il triennio e l’articolazione degli impegni sia per i livelli aziendali (Team Spoke) sia di area vasta (Team Hub) e regionali”.

Nel 2013, poi, si legge nell’interrogazione, la Regione ha formalmente recepito l’accordo nazionale, siglato in Conferenza Stato-Regioni e Unificata, sulle “Linee di indirizzo per la promozione e il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nel settore dei disturbi pervasivi dello sviluppo (DPS) con particolare riferimento ai disturbi dello spettro autistico”. A conclusione, però, del triennio 2011-2013, “la Regione non ha più predisposto alcun Programma e i tavoli di concertazione e confronto con le Associazioni dei familiari dei soggetti autistici da allora non sono più stati convocati”.

“Chiedo, pertanto, alla Giunta”, conclude Rontini, “di adoperarsi affinché gli elevati target di assistenza socio sanitaria, garantiti grazie dai Pria, siano aggiornati e implementati riproponendo il sistema della programmazione triennale, frutto della concertazione e del confronto con tutte le realtà coinvolte nel percorso di assistenza e cura dell’autismo, incluse le Associazioni dei familiari”. Infine, “chiedo interventi per fornire la necessaria assistenza agli adulti affetti da autismo e per supportare i loro familiari durante tutto il percorso della loro vita e del cosiddetto ‘dopo di noi’”.

ALLEGATO
Interrogazione a risposta scritta circa l’aggiornamento delle reti di assistenza socio-sanitaria previste a tutela dei soggetti affetti da autismo. A firma del Consigliere: Rontini