I consiglieri Daffadà e Rossi: “Notizia che rassicura le famiglie e le Istituzioni locali in vista della ripresa dell’anno scolastico” 

 L’attesa per la ripresa dell’anno scolastico dopo l’emergenza sanitaria si concentra in queste settimane sugli aspetti didattici ed organizzativi dell’offerta scolastica. “Oggi possiamo commentare molto positivamente l’anticipazione dell’Assessora Paola Salomoni in merito al delicato tema delle autonomie scolastiche – riporta il consigliere Matteo Daffadà, a margine dell’audizione in Commissione regionale. Nonostante l’Istituto Comprensivo di Bedonia (Pr) fosse infatti destinato a perdere la dirigenza per non aver raggiunto la soglia di iscritti necessaria a mantenerla – sottolinea il consigliere – l’Assessora regionale ha confermato che questo non avverrà. In attesa del decreto ministeriale di agosto che definirà nel dettaglio il quadro delle dirigenze, è stato infatti anticipato che Bedonia non perderà la sua, almeno per l’anno scolastico 2020-21. Una notizia particolarmente positiva per le famiglie con bambini e ragazzi iscritti alla scuola dell’infanzia, alla primaria e alla secondaria di I grado che serve un’ampia zona dell’Appennino parmense”.

E non perderà la dirigenza (almeno per l’anno scolastico 2020-2021) neppure l’istituto comprensivo di Pennabilli (Rn), con la soddisfazione della consigliera Nadia Rossi. “A rischio per il numero esiguo di iscritti – commenta Rossi – temevamo un esito negativo, nonostante il prezioso servizio svolto a beneficio delle famiglie dell’Alta Valmarecchia. La Regione a riguardo non ha competenze dirette – spiega ancora Rossi al termine dell’audizione odierna – ma ha assicurato negli ultimi mesi un’attenzione specifica su questo tema. Una attenzione che non verrà meno fino all’ufficialità della notizia che sarà sancita dal decreto del Ministero atteso per il mese in corso”.