Il consigliere regionale commenta le parole dell’amministratore delegato Eni su Versalis, in audizione con la commissione attività produttive della Camera

«La previsione di un aumento dell’occupazione nella divisione gas e luce e nel settore chimico italiani del Gruppo Eni, come ha confermato lo stesso Claudio Descalzi è un segnale più che positivo. Questo dimostra che anche nel nostro Paese gli investimenti pagano, anche quelli in attività che vengono considerate ‘mature’. Intanto abbiamo la conferma che Versalis è uno dei nostri asset più importanti, come ho sottolineato più volte, e che Eni intende trasformarla in un gioiello di famiglia». Il consigliere Pd della Regione Emilia-Romagna Gianni Bessi così commenta il contenuto dell’audizione con la commissione attività produttive della Camera dell’amministratore delegato Eni.

«Quando parla della possibilità di creare nuovi posti di lavoro – prosegue Bessi – Claudio Descalzi tocca il punto nevralgico della questione: la nuova occupazione sarà quella delle competenze specializzate. Su questo versante è tempo per il nostro Paese di compiere una scelta forte sull’investimento per lo studio e la formazione dei nostri giovani. Il futuro è nella specializzazione, nelle competenze di alto profilo capaci sia di progettare l’innovazione che di gestirla: invece di spendere risorse negli incentivi, usiamole come si fa in altri Paesi europei per dare ai ragazzi l’occasione di scegliere i corsi di studi che permettano di formare i tecnici e i progettisti di domani».