L’Assemblea Legislativa approva il bilancio 2022 della Regione. Nadia Rossi: “Stanziati due milioni di euro per il contrasto alla violenza sulle donne e oltre un milione per i parchi gioco inclusivi”

 

Il Bilancio 2022 che l’Assemblea Legislativa regionale ha approvato nella serata di ieri è una manovra da oltre 12,8 miliardi di euro. Una cifra molto importante, perlopiù impegnata per la sanità pubblica e il welfare regionale. “L’Emilia-Romagna investe sui servizi per i cittadini, non aumenta le tasse per famiglie e imprese e costruisce politiche sostenibili sul piano economico, lavorativo e ambientale. – dichiara la consigliera regionale Nadia Rossi – La cifra del bilancio è grande, ma alcune voci specifiche le vorrei ricordare per segnalare quali sono gli impegni che ci eravamo presi e che abbiamo rispettato”.

“Innanzitutto, i 2 milioni di euro stanziati in modo equo per il reddito di libertà, la misura che aiuta le donne che scappano da un compagno violento a emanciparsi sul piano economico, lavorativo e sociale ed a riconquistarsi un futuro, e per la rete delle case rifugio dove molte donne e minori trovano protezione temporanea. Il reddito di libertà è una battaglia in cui ho sempre creduto e su cui non ho mai smesso di lavorare, a cominciare dalle elezioni di due anni fa. Allo stesso tempo sono soddisfatta dello stanziamento di oltre 1 milione di euro per la realizzazione dei parchi gioco inclusivi, la cui presenza sarà quindi ampliata in Emilia-Romagna. Un ulteriore passo verso l’abbattimento delle barriere di ogni tipo, che avevo sostenuto con un atto in Aula lo scorso luglio” ricorda Rossi.

“Il Gruppo del Partito Democratico ha presentato in fase di discussione del bilancio 3 emendamenti per distribuire 1 milione di euro su 3 progetti particolarmente significativi. – sottolinea in conclusione la consigliera Pd riminese – Per rifinanziare e ampliare i voucher sport per sostenere la pratica motoria tra i giovani tra i 6 e 16 anni e fino a 26 per coloro con disabilità, investiamo 400.000 euro. Alla sezione regionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti riconosciamo 380.000 euro, con il fine di promuovere, tutelare e sostenere i diritti delle persone con disabilità visiva e pluridisabilità. Infine, rifinanziamo un progetto davvero importante lanciato in Emilia-Romagna nel 2019; garantiamo 220.000 euro di contributo per l’acquisto di parrucche per donne e bambini malati oncologici e in più per persone colpite da alopecia areata”.