«Oggi, durante la seduta della Commissione Bilancio in Regione Emilia-Romagna, abbiamo fatto un ulteriore ed importante passo avanti per l’alienazione ai frontisti dei quattro ettari di terreno, che costituiscono parte del vecchio tracciato ferroviario dismesso della linea Suzzara-Ferrara». A dirlo è il consigliere regionale Paolo Calvano, che da tempo aveva espresso l’impegno di inserire tale area nel Piano di Alienazione della Regione Emilia-Romagna per il 2018, passaggio indispensabile per potere vendere quei quattro ettari nella periferia di Bondeno, tra la zona Santissimo e il vecchio ponte ferroviario sul Cavo Napoleonico.

 

«Si tratta di terreni, non più funzionali all’esercizio ferroviario e in stato di abbandono, che necessitano di essere riqualificati e valorizzati. Attualmente sono in gestione a Fer e da tempo i residenti nelle aree adiacenti hanno espresso la volontà di acquistarli, in modo tale da evitare che rimangano aree abbandonate, con costi di gestione a carico del sistema pubblico – spiega Calvano –. Con il passaggio oggi in commissione, dalle prossime settimane sarà possibile da parte di Fer avviare le procedure di vendita ai frontisti e ai residenti interessati, dando finalmente risposta ad un desiderio espresso da molti bondenesi».