Boschini, Campedelli, Sabattini e Serri: “Un’opera moderna e sostenibile per lo sviluppo dell’intero Paese”.

L’Autostrada Cispadana vede la luce. Progetto definitivo ad ottobre, conferenza dei servizi entro fine anno e apertura dei cantieri nel 2020. Non possono che annunciarlo con orgoglio anche i consiglieri modenesi Giuseppe Boschini, Enrico Campedelli, Luca Sabattini e Luciana Serri.

“La Regione Emilia-Romagna ha stretto i tempi sulla Cispadana, confermando l’importanza di un’opera strategica e attesa da anni – dicono i dem modenesi –. Si tratta di un’infrastruttura moderna, di 67 km a doppia corsia, pensata all’insegna della sostenibilità ambientale. Grazie a questo progetto non solo arriveranno benefici per l’Emilia-Romagna ma per l’intera mobilità nazionale. Viviamo in un territorio che ha saputo risollevarsi dopo il sisma del 2012 e che continua a credere nello sviluppo delle proprie comunità. Ospitiamo distretti economici che sono tra le eccellenze italiane e meritano anche un salto di qualità nella mobilità sostenibile. Questa infrastruttura, nella quale la Regione investirà 279 milioni di euro, rappresenta un trampolino di lancio per tutta l’Emilia-Romagna. Per il completamento dei lavori serviranno quattro anni, con l’entrata in esercizio della nuova autostrada regionale entro il 2024, quindi ora dobbiamo assolutamente rimboccarci le maniche tutti, senza campanilismi e senza bandiere politiche, per il bene dei nostri territori. È fondamentale dare una spinta allo sviluppo economico dei territori interessati e, secondo gli esperti, la Cispadana è in grado anche di sgravare il traffico del nodo bolognese, cruciale per l’intera Italia. Proprio per garantire la migliore sostenibilità tra le novità previste vi è anche la creazione di un Osservatorio ambientale per la verifica di ottemperanza alla Via del progetto definitivo dell’opera prima della sua approvazione in Conferenza dei servizi”.