La consigliera Palma Costi, a nome del gruppo Pd regionale, al presidio con i lavoratori davanti all’azienda di Migliarina di Carpi

In merito alla preoccupante situazione della ex Goldoni, il gruppo del PD regionale e i consiglieri regionali di Modena e Reggio Emilia sono a fianco dei lavoratori e sostengono convintamente il lavoro che l’assessore Colla sta portando avanti con sindacati e lavoratori.  ‘Non possiamo permetterci – ha dichiarato la consigliera Palma Costi che oggi  ha partecipato al presidio con i lavoratori, presenti anche i sindaci di Carpi e di San Martino in Rio – di perdere una azienda come la ex Goldoni leader mondiale nelle macchine agricole per agricoltura di qualità come del resto è quella emiliano romagnola. Il fondo cinese non può da un momento all’altro decidere in modo unilaterale con danni irreversibili per la nostra area con la perdita di professionalità e conoscenze. Per questo è fondamentale che il MISE apra il tavolo di crisi nazionale. Ma credo anche che trovandoci di fronte ad un fondo cinese (certamente commisto con il governo o i governi locali ) sia fondamentale attivare immediatamente la diplomazia, ad iniziare dal nostro ambasciatore in Cina e quindi un impegno del governo tutto e del premier. È assolutamente necessario che il governo cinese si renda conto che le nostre imprese non possono essere depredate a piacimento.  Per questo assieme ai colleghi di Reggio Emilia attiveremo i nostri parlamentari al fine di fare fronte comune a difesa dei lavoratori di oggi e di domani e a difesa di una eccellenza produttiva italiana ed europea. La Regione deve mettere in campo tutti quegli strumenti che, anche nella recente legislatura, hanno consentito di superare situazioni di crisi e chiusura che apparivano ineluttabili. Noi saremo sempre al fianco del lavoro e dei lavoratori e della difesa della territorialità delle aziende che producono in Emilia-Romagna’.

Nella foto di copertina, la consigliera Palma Costi al presidio con i lavoratori insieme ai sindaci di Carpi e di San Martino in Rio.