Oggi, alla luce dei fatti agghiaccianti avvenuti a Pioltello in Lombardia, appare ancora più evidente ribadire l’importanza della sicurezza dei servizi di trasporto pubblico. Il consigliere regionale Paolo Calvano, da sempre in prima linea sul tema riporta all’attenzione la situazione delle linee ferroviarie che percorrono Ferrara e la sua provincia.

«La sicurezza dei treni e della rete ferroviaria è sempre stata una mia priorità. – spiega Calvano – Nell’ottica del miglioramento del trasporto ferroviario, la Regione Emilia Romagna, è la prima in Italia ad aver stanziato un finanziamento di oltre 40 milioni di euro, per garantire ulteriore sicurezza nel trasporto pubblico, attraverso l’installazione dei sistemi SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno) e CTC (Centralized Traffic Control)».

Molti tratti della rete regionale però sono ancora privi di tale sistema di sicurezza, circa 260 km su 364 totali, per cui l’adeguamento a tali disposizioni ha comportato una diminuzione nella velocità.
«In particolare nell’ultimo anno sulle linee Bologna-Portomaggiore, Ferrara-Suzzara e Ferrara-Codigoro si sono verificati rallentamenti a causa delle limitazioni imposte. – conclude Calvano – Per questo ho interrogato la Giunta regionale per capire quale sia il cronoprogramma degli interventi d’installazione del sistema SCMT nelle linee ferroviarie che percorrono Ferrara e la sua provincia, affinché i pendolari possano usufruire del servizio nella massima sicurezza e con il minor disagio possibile».