“La Lega ha gettato la maschera e invece di pensare al rilancio di Imola pensa a chiudere in un cassetto l’intera comunità”. Così la consigliera regionale PD Francesca Marchetti, replica al consigliere della Lega, Daniele Marchetti, sull’istituzione di un organismo collegiale di governo dell’area metropolitana bolognese.

“La crescita e il futuro del territorio passano anche dalle sfide sanitarie ma se la Lega nemmeno si sofferma a leggere i documenti regionali e spara sentenze strumentalizzando ogni tematica per soli fini elettorali, ci chiediamo come possano governare delle città se pensano solamente a chiudersi dentro ai propri campanili. – prosegue la consigliera – La sanità pubblica sulla quale si fonda da sempre la governance emiliano-romagnola rappresenta una grande opportunità di crescita nel futuro dopo il covid, soprattutto se integrata in un contesto metropolitano di ampio respiro. Il documento regionale non mette nessuna azienda sanitaria in pericolo o nella posizione di diminuzione di autonomia gestionale. Al contrario, il centrosinistra che governa questa Regione ha sempre puntato a valorizzare ogni singola Azienda, rispondendo alle esigenze dei cittadini e continuando a migliorarsi per la tutela della salute degli emiliano-romagnoli. Se la Lega punta a gettare fango su progetti e isolare le comunità lo dica fin da ora e non si finga paladina di un sistema sanitario che vorrebbe da sempre privatizzare. Fare il bene dei cittadini significa anche integrare e valorizzare protocolli clinico-scientifici e mettere in relazione la sanità pubblica internazionale. La tutela della salute per noi è al primo posto ancor prima della ricerca di titoli sensazionalistici sui giornali in campagna elettorale”.