La Consigliera Luciana Serri: “Un incontro ricco messaggi positivi. Abbiamo apprezzato il lavoro dei ragazzi e loro si sono avvicinati al mondo delle istituzioni e hanno compreso il valore dell’impegno civico in un momento nel quale prevalgono isolamento e disimpegno”

La consigliera regionale e Presidente della Commissione Politiche Economiche Luciana Serri, insieme al collega Enrico Campedelli, ha incontrato ieri mercoledì 25 ottobre gli studenti della scuola media “Sorbelli” di Fanano, in visita alla sede del Consiglio Regionale nell’ambito del progetto “conCittadini”. I ragazzi, accompagnati dal Sindaco di Fanano Stefano Muzzarelli, dalla dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Sestola Rossana Poggioli e da alcuni docenti, hanno visitato la sala del Consiglio Regionale, dove hanno appreso il funzionamento della macchina amministrativa. Ma, soprattutto, hanno presentato il video “O Ora O Mai”, da loro realizzato, che racconta la straordinaria vicenda di Elena Tosetti, la prima Sindaca di Fanano eletta nel 1946 dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, una delle sole 10 donne elette alla carica amministrativa nelle elezioni che per la prima volta consentirono alle donne stesse la possibilità di votare. Elena Tosetti si trovò ad affrontare tutte le difficoltà di un territorio che era uscito duramente provato dalla guerra e lo fece mettendo al centro le persone, le loro necessità e il bene comune, con rigore e correttezza e nonostante attacchi e accuse che cercarono, senza riuscirci, di metterne in dubbio l’onestà. Ebbe anche intuizioni che poi si rivelarono lungimiranti, come quella di proporre e sollecitare la costruzione della Fondovalle Panaro, una strada che ha contribuito ad accorciare le distanze fra Appennino e pianura. Il filmato, di grande impatto emotivo, si basa su una meticolosa ricerca d’archivio delle delibere e delle iniziative prese da Elena Tosetti e ricostruisce l’atmosfera della Fanano post bellica, fra speranze, scetticismo e, comunque, voglia di ricominciare. Molto toccanti anche le testimonianze di Clementina, la figlia di Elena, e di altre persone che l’hanno conosciuta, apprezzata e ne hanno condiviso l’esperienza. Un lavoro, quello dei ragazzi, che proseguirà alla ricerca di ulteriori documentazione di quella che fu un’esperienza unica e di grande avanguardia. “È stato un incontro molto bello e ricco di messaggi positivi – commenta Luciana Serri -, perché ci ha consentito di apprezzare il lavoro svolto dagli studenti, che hanno affrontato con rigore e passione un argomento impegnativo e perché ha permesso ai ragazzi di vedere da vicino il funzionamento dell’Assemblea Legislativa e di avvicinarsi alla vita pubblica, comprendendo quanto sia importante l’impegno civico, in periodo nel quale sembrano prevalere sentimenti di isolamento ed egoismo”.