Bessi: “Più iniziative per favorire la parità di genere, anche in campo economico finanziario”

 

“Più iniziative in Emilia-Romagna per favorire la parità di genere, in ambito lavorativo e anche in campo economico finanziario. È questo l’impegno che, con una risoluzione da me sottoscritta insieme ad altri consiglieri regionali Pd, abbiamo rivolto alla nostra Regione” richiama Gianni Bessi all’indomani dell’approvazione del documento da parte della Commissione Parità dell’Assemblea Legislativa.

“Attualmente – spiega il consigliere democratico di Ravenna – in Emilia-Romagna sono già avviati o in programma alcuni progetti formativi finalizzati a garantire maggiore autonomia finanziaria ed economica per le donne grazie all’iniziativa di associazioni come Anasf, l’associazione nazionale consulenti finanziari, e di comitati pari opportunità interni alle categorie professionali ed economiche. Quello che intendiamo fare è di procedere lungo questa strada rafforzando e ampliando le iniziative volte ad allargare il più possibile l’autonomia femminile in materia di gestione finanziaria con progettualità educative, formative, professionalizzanti, mirate alla conoscenza e acquisizione di competenze da parte delle donne di ogni età in materia economico-finanziaria e gestione del risparmio”.

“Per farlo – prosegue Bessi – è utile insistere sulla sensibilizzazione al tema, anche in collaborazione con Istituti educativi e formativi, università, associazioni rappresentative del settore finanziario, categorie professionali e sindacali. I dati ci dicono infatti che il gap di genere in questo ambito è reale. Se non si strutturano politiche trasversali che lo colmino ci perde tutta la società. L’ascesa alle posizioni di vertice e la qualificazione formativa delle donne nel mondo del lavoro ora non costituisce più soltanto un problema etico, ma una necessità economica”.