“Un importante passo in avanti per la sicurezza dei cittadini e un impegno mantenuto”. La Consigliera regionale e Presidente della Commissione Politiche Economiche Luciana Serri, commenta con soddisfazione l’inaugurazione, avvenuta mercoledì sera 23 agosto a Palagano presso il campo sportivo comunale, della prima piazzola del Frignano abilitata al volo notturno dell’elisoccorso. Il taglio del nastro della struttura, una delle 17 previste in regione, completa un percorso iniziato circa un anno e mezzo fa, avviato da una risoluzione della quale proprio Luciana Serri fu la promotrice e la prima firmataria. La Consigliera, che ha partecipato all’inaugurazione portando i saluti della Regione, durante il suo intervento ha spiegato: “Con la risoluzione si impegnava la Giunta regionale ad avviare uno studio di fattibilità per l’estensione alle ore notturne del servizio di elisoccorso. Lo studio, per l’attuazione del quale ringrazio il Presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’Assessore alle Politiche per la Salute Sergio Venturi che hanno immediatamente compreso la valenza della proposta, ha dato esito positivo e con l’inizio del 2017 si sono perfezionate le attività necessarie all’avvio della sperimentazione del volo notturno, a partire dalla postazione di Bologna, centrale rispetto all’intero territorio regionale. Saranno presto ultimati i lavori anche nelle altre eli superfici interessate e lo stanziamento previsto per il servizio è di 3,2 milioni di euro all’anno. Positiva anche la collaborazione con la Regione Lombardia per integrare i rispettivi servizi di elisoccorso nelle aree di confine”.

“A gennaio di quest’anno – prosegue Luciana Serri – ho poi presentato un’ulteriore risoluzione alla Commissione Politiche per la Salute con la quale chiedo, a sperimentazione completata, di valutare la possibilità di estendere il numero di piazzole predisposte al volo notturno ad altri comuni montani, avviando contemporaneamente ulteriori sinergie con le altre regioni vicine, per arrivare a una capillare copertura di tutta la regione”.

“Con l’attivazione delle piazzole – conclude – il territorio regionale è senza dubbio più sicuro, in particolare nelle aree più disagiate, e potrà contare su un importante presidio in più, che si aggiunge e integra la già qualificata rete di emergenza urgenza che la regione possiede. Ora occorre che gli importanti investimenti previsti per la riqualificazione dell’ospedale di Pavullo seguano un percorso altrettanto lineare ed efficace. Per questo motivo nel luglio scorso ho rivolto un’interrogazione alla Giunta regionale con la quale chiedo tempi certi per la progettazione e la realizzazione degli interventi concordati fra l’Ausl di Modena e i Sindaci del Frignano”.