Risoluzione Pd e della maggioranza insieme al Movimento 5 stelle. Palma Costi: ‘Rispondere alla difficoltà di reperimento del personale nei servizi sanitari nelle aree montane e nelle aree periferiche’

 Sostenere la scelta di medici,  infermieri e  di altri operatori sanitari ad operare nelle zone montane e più periferiche. E’ questa la richiesta contenuta in una risoluzione, a firma PD, MAGGIORANZA, 5STELLE che evidenzia come, anche in Emilia-Romagna, si registrino preoccupanti carenze degli operatori della sanità non solo per il personale dipendente ma anche per i medici di base, come riferisce lo stesso Assessorato alla Sanità. ‘Una situazione – spiega la consigliera Palma Costi firmataria della risoluzione – da ricondurre sia alle condizioni oggettive di disagio dovute alle distanze, sia al maggior rischio nella professione dovute alle condizioni non competitive con le aree più densamente popolate e maggiormente servite.‘

Ovvio che in questa situazione è difficile reperire in loco competenze specialistiche. ‘Questo stato di cose – continua la Costi – rischia di creare problemi nell’erogazione dei servizi sanitari nelle aree montane e aree  più periferiche  creando problemi nella erogazione dei servizi ai cittadini, contribuendo a rendere meno appetibili questi territori.’

‘E’ quindi necessario – concordano la rappresentanza in assemblea legislativa di PD,  maggioranza e 5Stelle – un impegno della giunta ‘ per sostenere la scelta di operatori sanitari verso le aree montane e più periferiche e a valutare, nelle more dei contratti di lavoro, anche decentrati, misure di incentivazione economica per il personale sanitario che decida di operare nelle stesse aree.’

‘Dobbiamo – conclude la Costi – rafforzare i nostri servizi, sostenere gli operatori a beneficio dei cittadini’.