Lori (PD): “Le analisi proseguono e la manutenzione straordinaria delle torri di raffreddamento si ritiene possa essere un passo importante verso il contenimento della diffusione del contagio”.

L’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi ha dato risposta, in aula, all’interrogazione urgente presentata dalla consigliera regionale PD Barbara Lori sulla diffusione della legionella a Parma.

“Le cause che possono aver determinato il focolaio di legionellosi vanno ricercate in tutti gli ambienti idrici artificiali in cui, in particolari condizioni di temperatura e umidità, il batterio può colonizzare. – sono i passaggi salienti della risposta dell’assessore Venturi – Alcune positività sono state rinvenute presso le torri del Centro Contabile di via Langhirano, spente tra il 7 e l’8 ottobre e sottoposte a manutenzione straordinaria. Parte delle indagini microbiologiche sui campionamenti eseguiti tendono ad escludere l’acquedotto come fonte di esposizione”.

“La Regione – commenta Barbara Lori – ha attivato un’Unità di crisi, in sinergia con le aziende sanitarie e Apae, ha promosso una campagna informativa a cittadini e medici di base, tutt’ora in corso, e soprattutto sta operando decine di campionature e analisi sull’acqua e sulle altre possibili fonti di contagio nell’area tra le vie Montebello, Traversetolo e Pastrengo; ha dimostrato prontezza e tempestività nella gestione dell’emergenza”.

“Inoltre – prosegue la Lori – con gli interventi sulle torri di raffreddamento e di evaporazione, come indicato dal Dipartimento di Sanità Pubblica di Parma, si è avviata una fase di prevenzione e quindi di probabile riduzione del rischio di ulteriori nuovi contagi. Come sottolineato anche dall’assessore Venturi, ora dovremmo essere in una fase di progressiva riduzione del contagio che dovrebbe tendere all’azzeramento. Ovviamente, l’auspicio di tutti, è che ciò avvenga il prima possibile”.