“Era uno dei temi che durante la campagna ci era stato maggiormente segnalato dai cittadini: abbassare i tempi di attesa per le visite. In meno di un anno abbiamo raggiunto risultati straordinari ed insperati abbattendo di fatto le liste di attesa”.

E’ il commento del Presidente del gruppo PD in Regione Stefano Caliandro ai dati presentati oggi in Viale Aldo Moro sui tempi di attesa specialistica ambulatoriale in Emilia-Romagna.

“Abbiamo aumentato – prosegue Caliandro – la disponibilità di orario e giorni di visita, assunto 150 professionisti (a tempo determinato ma che ora si sta pensando di stabilizzare) e agito sull’evasione (troppo alta la percentuale di chi prenotava e poi non si presentava: in alcuni casi oltre il 30%)”.

Se prendiamo la prima settimana di dicembre, a Bologna, vediamo che su 17 visite specialistiche per cui si sono effettuate prenotazioni ben 12 raggiungono il 99%-100% e sono quindi di fatto totalmente garantite nei tempi previsti. Una è al 98% (cardiologica), una al 95% (ortopedica) e solo due (ginecologica e pneumologica) sono all’85 e 86%, visite che solo a gennaio erano rispettivamente al 32 e 61%.

Se si considerano invece le prestazioni diagnostiche, sempre su Bologna, vediamo che sulle quasi 10mila visite prenotate nella prima settimana di dicembre ben il 98% hanno rispettato i tempi.

“Insomma – conclude Caliandro – non ci possiamo certo sedere sugli allori perché questi livelli andranno mantenuti nel tempo ma possiamo essere soddisfatti per questo ottimo lavoro che ha visto protagonisti in primis l’assessore Venturi e il presidente Bonaccini”.