Il consigliere regionale del PD Enrico Campedelli è soddisfatto dell’arrivo di nuovi contributi sul territorio modenese, sulla storia del Novecento.

“La Regione Emilia-Romagna investe ancora sulla Memoria e lo fa attraverso progetti mirati ed iniziative culturali sulla storia del Novecento, assegnando, in attuazione della legge regionale 3/2016, complessivamente 1 milione e 181 mila euro a Istituti storici e altri soggetti pubblici e privati che hanno partecipato al bando uscito nei mesi scorsi”.

A dirlo è il consigliere regionale del Pd Enrico Campedelli che, nel ringraziare l’impegno dell’assessore Massimo Mezzetti, sottolinea i contributi che ricadranno sul territorio modenese: “Sono contento che siano stati accolti importanti progetti modenesi come quello del comitato provinciale Anpi, Anmig, Civicwise Italia aps, Arci, Consorzio festival della Memoria di Mirandola, Fondazione Campo Fossoli, Associazione “L’asino che vola”; i programmi per le attività 2019 dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea e del Comune di Modena. Progetti che investono in ricerca scientifica e divulgazione, valorizzazione del patrimonio librario e documentario, attività didattica, servizi bibliotecari ed archivistici, iniziative pubbliche di divulgazione, riflessione e confronto”.

“Come ho avuto più volte occasione di dire, essendomi da sempre occupato di valorizzazione dei luoghi della memoria, l’impegno della Regione Emilia-Romagna è un costante e forte perché siamo consapevoli che ricordare i nomi, i volti, le storie di chi è morto per il nostro Paese e la nostra libertà non significhi limitarsi a celebrare quelle persone, ma significhi principalmente costruire il nutrimento e le fondamenta di una comunità giusta”.