Sabattini (PD): “Nessun imbarazzo della Regione. Saranno fatte le opportune valutazioni senza pregiudizi”

“Anche riascoltando la registrazione, ieri in Aula non ho sentito alcun imbarazzo da parte dell’Assessore Gazzolo nel rispondere alla consigliera Gibertoni”. Spiega il consigliere regionale del Partito Democratico Luca Sabattini.

“Al di là del fatto che la Gibertoni ha parlato di impianto di incenerimento, ma lo screening richiesto è su un impianto di tutt’altra tipologia, la Gazzolo ha risposto in modo istituzionale basandosi sulle norme in vigore. La richiesta di screening può essere effettuata o richiesta da privati ed è un iter procedurale abbastanza comune che in alcuni casi può portare anche alla valutazione di impatto ambientale. Non c’è solo la parte ambientale, anzi ci sono anche i vincoli previsti dal piano regionale dei rifiuti che prevedono l’autosufficienza regionale per lo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali. Quindi andrà fatta eventualmente una verifica del fabbisogno di questa quantità aggiuntiva”.

“Ciò che mi lascia sempre più perplesso – conclude Sabattini – è la richiesta di terziarità nelle valutazioni da parte del M5S che avviene solamente quando fa comodo a fini di mero consenso. In Emilia-Romagna si amministra diversamente e il rispetto delle norme è richiesto a tutti, non solo ai soggetti più o meno graditi dai grillini”.