“La giunta regionale si impegna a sostenere la candidatura all’Unesco del ballo folkloristico romagnolo come patrimonio immateriale dell’umanità, anche in vista del progetto di legge sulla valorizzazione del settore musicale di prossima discussione in Aula”. Queste le parole della consigliera Manuela Rontini, prima firmataria della risoluzione che chiedeva proprio un impegno alla giunta Bonaccini sul tema.
“Mazurca, Valzer e Polka sono alcuni dei balli più popolari della nostra terra – evidenzia la consigliera –. Il liscio è dall’inizio del XX secolo che fa ballare l’Emilia e la Romagna ed oggi rappresenta una tradizione ancora vivace”.
Una tradizione da tramandare di generazione in generazione da musicisti e scuole di ballo, secondo i 14 consiglieri PD firmatari della risoluzione, che appoggiano il percorso per il riconoscimento Unesco, avviato insieme alla presidente di APT, Liviana Zanetti.
“L’approvazione in Commissione Cultura dimostra come la musica sia uno strumento di formazione culturale, aggregazione sociale, espressione artistica e sviluppo economico – conclude Rontini –. Credo quindi che valorizzare in tutte le sedi opportune il liscio, supportandone la promozione culturale e turistica possa essere un valore aggiunto per tutta la nostra Regione”.