I Consiglieri Zappaterra e Calvano “Ce l’abbiamo fatta, una vittoria per l’economia e i cittadini”

Con l’approvazione del decreto enti locali da parte del Consiglio dei Ministri arrivano novità importanti e aiuti concreti ai cittadini e alle imprese delle zone colpite dal sisma e dalle alluvioni in Emilia. Vengono infatti istituite le zone franche urbane, ma non solo.

L’IMU è cancellata fino a tutti il 2016 su tutti gli edifici inagibili (case, esercizi commerciali, uffici e capannoni) nell’area del cratere, così come le altre imposte municipali. Nel pacchetto terremoto è compreso anche lo sblocco del patto di stabilità dei Comuni per i rimborsi dalle assicurazioni: una boccata d’ossigeno per gli enti locali che vogliono accelerare con la ricostruzione. In più, con l’istituzione delle zone franche urbane, sono previsti sconti fiscali fino a 100.000 euro per le piccole imprese che vogliono far ripartire l’economia nei comuni terremotati e alluvionati.

Le zone franche urbane riguardano 16 comuni nelle province di Modena, Ferrara e Bologna: 8 sono comuni colpiti dall’alluvione del gennaio 2014 (Modena, Bastiglia, Bomporto, Camposanto, Medolla, San Prospero, San Felice sul Panaro e Finale Emilia) e 8 sono i comuni terremotati (Cavezzo, Novi, Concordia, Mirandola, San Possidonio, Crevalcore, Poggio Renatico e Sant’Agostino).

Intervengono a riguardo Marcella Zappaterra e Paolo Calvano “Sulle zone franche urbane si è aperta la strada, ora si deve aprire la discussione in Parlamento per allargare il numero dei comuni. Chiediamo con forza l’impegno ad allargare ai comuni che per l’entità dei danni subiti non possono essere penalizzati”.

Avevamo proposto queste soluzioni in una risoluzione bipartisan approvata all’unanimità dall’Assemblea Legislativa” ricordano i consiglieri Marcella Zappaterra, Paolo Calvano, Luciana Serri, Luca Sabattini e Giuseppe Boschini. “La soddisfazione è grande anche perché sono risultati che arrivano dopo mesi di polemiche da parte dei soliti gufi che dichiaravano che non si sarebbe fatto nulla – è il commento dei consiglieri ferraresi e modenesi del PD – invece abbiamo ottenuto risultati ancora migliori rispetto a quelli attesi, come l’esenzione IMU fino al 2016”. “Questo conferma che da una parte c’è chi lavora e c’è una grande sinergia fra livelli istituzionali, dall’altra ci sono solo slogan e paura”.

Ringraziamo i Parlamentari emiliani, il Commissario Bonaccini e l’Assessore Costi che hanno collaborato per raggiungere obiettivi che sono una vittoria politica, ma –concludono i democratici Zappaterra, Calvano, Serri, Sabattini e Boschinisono soprattutto una vittoria per i cittadini e l’economia di una terra, la nostra terra, che continua a dimostrare che anche le ferite più profonde si possono curare se ci sono la volontà e la determinazione per ripartire”.