Lo scorso dicembre i consiglieri regionali del Pd Gianni Bessi e Stefano Caliandro hanno presentato un’interrogazione alla giunta regionale sul calo del finanziamento UE dei programmi italiani per la promozione dei prodotto agroalimentari. “Dagli oltre 33 milioni di euro del 2016 nel 2017 si è passati a poco più di 3 milioni. Un calo di più del 90% – affermano Bessi e Caliandro – che non può non destare preoccupazione”.

“L’Assessore regionale all’agricoltura Simona Caselli in risposta alla nostra interrogazione ci ha informato che la Regione è a conoscenza della situazione. Pur non potendo intervenire direttamente su un sistema molto centralizzato, la Regione ha instaurato un rapporto con la specifica Direzione generale della UE per favorire l’accesso alle opportunità di finanziamento da parte di tutti i soggetti interessati. Abbiamo inoltre appreso dall’Assessore – sottolineano i consiglieri PD Bessi e Caliandro – che la Commissione europea, a seguito delle evidenti sperequazioni che hanno caratterizzato gli esiti del bando 2017, ha deciso di modificare il metodo di valutazione dei progetti: per garantire maggiori uniformità in futuro le candidature saranno vagliate da una terna di esperti e non più da uno solo. Il suggerimento ai soggetti interessati, inoltre, è di presentare progetti orientati ad obbiettivi specifici e circoscritti”.

“Ringraziamo l’Assessore Caselli per la prontezza della risposta e per le attività che su questo tema sono state portate avanti dalla Regione. Nei prossimi mesi, insieme all’on. De Castro e ai 37 europarlamentari italiani che stanno portando avanti una battaglia specifica in UE , continueremo a monitorare la situazione e ad adoperarci perché in futuro ci sia maggiore bilanciamento sulle scelte. La politica agricola comune (PAC) è stata istituita allo scopo di aiutare gli agricoltori europei a rispondere alle esigenze di 500 milioni di cittadini dell’UE. Non è concepibile – concludono Bessi e Caliandro – che alcuni paesi europei vengano favoriti a discapito dell’Italia e in questo modo così netto”.