Presidenza IBC. Caliandro propone Balzani: “Autorevole figura che coniuga studi e cultura amministrativa”

 

Il presidente del gruppo Pd Stefano Caliandro ha presentato la proposta di nomina di Roberto Balzani, ordinario di Storia Contemporanea dell’Università di Bologna, per la Presidenza dell’IBC.

 

“Riteniamo che il Professor Balzani sia la risposta culturale e amministrativa più adatta ad un tempo come questo, per riallacciare i nodi di una situazione che ci ha messo in imbarazzo. Balzani infatti ha una caratteristica fondamentale: alto profilo intellettuale, grande produzione scientifica e capacità amministrativa ampiamente dimostrata come nei precedenti incarichi ricoperti in diversi ambiti”.

 

—–

Roberto Balzani, come ha ricordato il capogruppo del PD Caliandro al di là della vita accademica, è stato protagonista nel settore delle istituzioni culturali. Fra il 1992 e il 1996, ha fatto parte del Consiglio d’amministrazione della Fondazione “Spadolini – Nuova Antologia” di Firenze. Fra il 1994 e il 1997, ha fatto parte del consiglio direttivo della Società italiana per lo studio della Storia contemporanea (Sissco). È stato membro del comitato scientifico dell’Istituto di ricerca “Carlo Cattaneo” di Bologna. È stato membro del consiglio direttivo della Società di Studi Romagnoli (1994-2005) e del consiglio generale della Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì per due mandati (2001-2009). Dal 2005 al 2009, è stato membro del consiglio d’amministrazione dell’Istituzione Biblioteca Malatestiana di Cesena. Dal 2008 al 2009 è stato componente del consiglio d’amministrazione dell’IBC Emilia-Romagna, sotto la presidenza del prof. Ezio Raimondi. Ha fatto parte della direzione di “Memoria e Ricerca” e della redazione di “Contemporanea”. Fa parte del comitato di direzione della rivista del Risorgimento e di Storia contemporanea “Il Risorgimento” di Milano. Fa parte del comitato editoriale della rivista di storia e storiografia online “Storia e Futuro”. Dal 2009 al 2014 è stato Sindaco del Comune di Forlì. Presiede il Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Bologna dal novembre 2015. Dalla primavera del 2016 fa parte del Consiglio di Presidenza dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Roma e del consiglio d’amministrazione dell’Istituto per la storia e le memorie del Novecento Parri Emilia-Romagna. Dal luglio 2016 fa parte del Comitato Scientifico della Società “Dante Alighieri” (Roma).