La capogruppo Zappaterra e la consigliera Rontini commentano l’esito del bando.

La Regione Emilia-Romagna ha annunciato l’esito del bando rivolto alle attività delle Pro Loco. “La gestione della pandemia sta ovviamente calamitando tutte le nostre energie. Il momento è molto difficile, ma continuiamo a fare l’impossibile per sostenere il volontariato che tiene vivi i nostri territori – commenta la capogruppo Marcella Zappaterra -. La promozione del territorio, le attività ricreative e quelle culturali, alle quali siamo legati, oggi ci mancano sicuramente ma non possiamo dimenticare che le priorità attuali sono la gestione sanitaria e sociale della pandemia”.

“Continua però a essere importante sostenere quelle realtà che da sempre animano il nostro territorio e che sono certa non esiteranno a tornare a farlo anche in futuro, appena possibile. Sono quindi soddisfatta dell’esito del bando, previsto dalla legge regionale dedicata alle attività delle pro loco che abbiamo approvato nel 2016, che premia tre progetti nella nostra provincia di Ferrara per 30mila euro complessivi. Al raggruppamento delle pro loco di Copparo, Alto Po di Volano, Saletta e Serravalle sono riconosciuti 4.055 euro di contributo. Il progetto delle Pro Loco di Codigoro, Ariano Ferrarese, Bosco, Goro, Jolanda di Savoia e Mesola viene finanziato con 15.500 euro. Infine il gruppo con le Pro Loco di Lagosanto, Massa Fiscaglia, Migliarino e Migliaro ottiene 10.236 euro di finanziamento”.

Anche la consigliera romagnola Manuela Rontini ha commentato l’esito del bando che al ravennate ha destinato oltre 50mila euro: “Una notizia – ha sottolineato– che arriva in una situazione particolarmente delicata. Non possiamo infatti negare sia un grande sacrificio rinunciare momentaneamente alle attività ricreative e culturali dei nostri territori alle quali siamo molto affezionati, tuttavia ora è urgente superare l’emergenza, tutelando la salute delle persone”.

Rontini ha poi espresso soddisfazione per la graduatoria che premia tre progetti nel ravennate. “Al raggruppamento delle Pro loco di Milano Marittima, Fratta Terme, Pinarella Terraeventi, Riviera dei Pini e Savio vanno 20mila euro. Stessa cifra per il gruppo di Marina di Ravenna, Casal Borsetti, Castiglione di Cervia, Lido di Savio, Marina Romea e Porto Corsini. Mentre al progetto presentato dalle Pro loco di Casola Valsenio, Brisighella, Castel Bolognese, Faenza, Riolo Terme e Tossignano sono stati riconosciuti poco più di 10.246 euro, pari al 31% dell’importo”.