La nota della consigliera regionale in merito al posizionamento dell’antenna nei pressi del Castello
“Nella vicenda dell’antenna collocata dal Comune di Coriano, nelle immediate vicinanze del Castello, c’è un aspetto che vorrei che la sindaca Spinelli chiarisse. E non sono i riferimenti normativi e i regolamenti ben dettagliati dalla Sindaca di cui siamo a conoscenza e che non spostano di certo i termini della questione”, afferma la consigliera regionale Nadia Rossi in una nota a mezzo stampa.
“Interessa invece sapere la ragione per cui, nonostante la disponibilità del gestore, non si sia trovato un sito alternativo rispetto a quello individuato che, è oggettivo, rappresenterebbe davvero un’offesa al Castello malatestiano e allo skyline su cui si staglia. Risulta infatti che la Giunta corianese abbia individuato almeno 6 o 7 localizzazioni diverse, e per quanto ci siano condizioni e vincoli puntuali, appare improbabile che non si sia potuta trovare una soluzione più adeguata e meno impattante. Nella delibera di Giunta del 21 febbraio si parla di una proposta del gestore in via Circonvallazione 58, ritenuta più centrale rispetto a Via Malatesta, considerata invece più ‘periferica’. Sarebbe magari opportuno chiarire meglio cosa abbia portato a queste valutazioni”.
“Oltre ad agire nel rispetto della Legge, come spero sia ovvio, l’Amministrazione ha il dovere di garantire l’interesse della comunità e la tutela del suo paesaggio, un tesoro che va protetto e valorizzato. L’attenzione sul posizionamento dell’antenna – su cui mi auguro la Sindaca faccia dietrofront – potrebbe essere anche da stimolo per aprire finalmente un dibattito su come riqualificare il Castello, mai interessato né da progetti né da bandi per una sua valorizzazione”.