La consigliera regionale PD Luciana Serri è intervenuta in Aula nella seduta dell’Assemblea legislativa del 5 maggio 2015.

Lotta alla contraffazione, sostegno all’export, promozione del marketing, aggregazione dei soggetti di produzione e vendita, sostegno al comparto lattiero-caseario. Sono queste le azioni necessarie a sostegno del Parmigiano Reggiano ribadite da Luciana Serri. La consigliera modenese è intervenuta in Assemblea Legislativa sulla relazione presentata dell’Assessore regionale Simona Caselli invocando “un potenziamento in particolare della filiera lattiero casearia del Parmigiano Reggiano”, gravata da numerosi elementi di critcità, quali, ad esempio, “l’eccessiva frammentazione e la debolezza della fase di commercializzazione con tanti caseifici che si confrontano con un poche centrali di acquisto, mentre occorre porre maggiore attenzione alle nuove abitudini di consumo”.

VIDEO. L’intervento in aula della consigliera Serri

‘Il calo più rilevante di imprese produttrici di latte’, ha sottolineato la consigliera, “si registra nelle zone in cui le strutture aziendali e le filiere meno si sono riorganizzate, mentre dove si è riusciti a far sistema si registra una maggiore tenuta”. La Regione, pertanto, sostiene la Serri, “deve intervenire per sensibilizzare le aziende a diversificare le produzioni, sostenendone la promo commercializzazione, incentivando l’innovazione. Il Programma di sviluppo rurale sarà uno strumento fondamentale per favorire, anche con incentivi, le aggregazioni di imprese promuovendo le logiche di filiera e di rete.

I nuovi Bandi, di imminente pubblicazione, dovranno aiutare a sensibilizzare le aziende a diversificare le produzioni e a premiare tutte le forme di aggregazione della produzione e dell’offerta con l’obiettivo di difendere i redditi dei produttori per mantenere le opportunità di lavoro e il presidio del territorio.