Montalti (PD): ‘Investiamo sui territori e le comunità’

 

“Sostegno, tramite azioni di prevenzione e altre politiche attive, agli interventi locali di sicurezza ambientale, sociale e urbana. Lo chiediamo con una risoluzione, che ho depositato oggi come prima firmataria, e soprattutto vogliamo concretizzarlo con le risorse del Bilancio 2017 della Regione Emilia-Romagna, appena approvato” spiega la consigliera regionale PD Lia Montalti.

“Con un emendamento al bilancio, di cui, anche in questo caso, sono prima firmataria, mettiamo a disposizione 300mila euro in più per le politiche di sicurezza urbana, che si vanno a sommare ai 500mila euro già previsti, portando a complessivi 800mila euro i fondi a disposizione” spiega la consigliera.

“Le politiche di sicurezza vanno affrontate da più punti di vista attraverso iniziative di prevenzione sociale e ambientale, con la riqualificazione di aree degradate, con misure di inclusione sociale, e anche puntando su interventi infrastrutturali, come quello dell’installazione di un sistema di telecamere diffuso. Bisogna anche lavorare su una sempre maggiore sinergia e integrazione tra i vari livelli istituzionali. Per avere politiche di sicurezza più efficaci dobbiamo investire sempre più sui territori, sulle comunità, e anche sui comuni” afferma Montalti.

Negli ultimi due anni la Regione Emilia-Romagna ha promosso 74 Accordi di programma coinvolgendo Comuni, Unioni, università e altri enti, e di cui anche il Comune di Cesena ha beneficiato grazie al contributo di 220mila euro per la video sorveglianza.

“È importante anche affrontare il tema degli spazi urbani, della loro riqualificazione e vivibilità. Nel bilancio 2017 – richiama Montalti, citando un altro emendamento da lei sottoscritto – abbiamo previsto 930 mila euro in più che serviranno a riqualificare piazze e borghi emiliano-romagnoli grazie alle partnership tra enti pubblici ed esercenti privati. E l’elemento relativo alla qualità degli spazi urbani, anche in ottica di sicurezza, potrà essere inserito nella futura legge urbanistica”.

“La sicurezza è un diritto primario – dice Montalti – ed è evidente come la crescita della domanda di sicurezza sia comune a tutte le realtà urbane di grande, media e piccola dimensione. Proprio per questo, rifuggendo da soluzioni semplicistiche, vogliamo mettere in campo risorse e strumenti che rivolgano l’attenzione alla dimensione sociale e di comunità, puntando su questi elementi per sviluppare interventi di prevenzione e quella vicinanza alle persone e alle loro esigenze utili a non fare sentire nessuno solo” conclude la consigliera PD.