Gianni Bessi: “Interrogazione per sapere a quale punto sia la Pianificazione e se siano previste centrali eoliche offshore”

Una Direttiva europea del 2014 fissa al 31 marzo 2014 il termine entro cui gli stati membri devono stabilire i Piani di Gestione dello Spazio Marittimo attraverso i quali organizzare le attività umane nelle aree marine. L’Italia aveva recepito la Direttiva con il DL 201/2016 che a sua volta prevede siano adottati, entro il 2020, piani dello spazio marittimo per tutte le acque e i fondali, su cui l’Italia ha giurisdizione.

Al momento i piani sono in fase di redazione attraverso il lavoro di un Comitato tecnico istituito presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

“La nostra Regione ha potuto attivare, prima fra le Regioni italiane, un processo finalizzato alla Pianificazione Spazio Marittimo, conformemente alle direttive e raccomandazioni europee. – richiama il consigliere regionale Pd Gianni Bessi – Ha cercato di sviluppare un sistema di governance per l’uso degli spazi marittimi e costieri, con un approccio intersettoriale basato sulla promozione dello sviluppo sostenibile dell’economia del mare.

“L’Emilia-Romagna – sottolinea il consigliere democratico – è fortemente impegnata a garantire una crescita blu rispettosa dell’ambiente e della biodiversità marina e per affrontare il nuovo traguardo richiesto dalla direttiva UE, ha aderito alla proposta di collaborazione del CNR-ISMAR per affrontare uno studio propedeutico per la Gestione Integrata della Zona Costiera e della Pianificazione dello Spazio Marino”.

“È opportuno conoscere – chiede Bessi attraverso un’interrogazione presentata alla Giunta regionale – a che punto sia la Pianificazione dello Spazio Marittimo in Emilia-Romagna, con specifico riferimento ai principali obiettivi di pianificazione e gestione individuati per i diversi settori e aspetti di uso del mare e della costa. Più in generale anche conoscere a che punto sia la definizione del piano di gestione dello spazio marittimo previsto dal decreto. È importante sapere inoltre se la pianificazione regionale preveda anche la progettazione e realizzazione di centrali eoliche offshore”.