La consigliera regionale si era mobilitata dopo gli appelli delle associazioni del territorio

“Rfi ha in programma diversi interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche e il miglioramento degli spazi nella stazione di Rimini”. Lo afferma la consigliera regionale del PD Nadia Rossi che – dopo l’appello di alcune associazioni del territorio (in particolare Pedalando Camminando/Fiab Rimini) – nei mesi scorsi si era mobilitata per verificare la situazione direttamente da Rete Ferroviaria Italiana.

“Dopo l’installazione di scivoli in acciaio nel sottopassaggio lato sud, già realizzati quest’anno, per agevolare l’accesso dei passeggeri con bicicletta ai binari 1,2 e 3 – spiega Rossi – Rfi mi ha comunicato che nel 2016 è in programma il prolungamento del sottopassaggio lato sud per collegare anche il marciapiede a servizio dei binari 4,5,6 e 7. Un intervento importante che prevede anche l’installazione di due ascensori e l’innalzamento del marciapiede di 55 centimetri per favorire l’uscita e l’entrata dei passeggeri dai treni.

Sempre nel 2016 verranno adeguati o realizzati i percorsi per non vedenti nei diversi tratti della stazione e la rampa per persone a ridotta abilità sul lato della piazza.

La stazione di Rimini inoltre è tra le stazioni in cui esiste il servizio di assistenza gratuita alle persone con mobilità ridotta e nel 2015 (gennaio-novembre) ne hanno già usufruito 2.909 persone, il 15% in più rispetto al 2014”.