(Modena, 10 luglio 2015) Conclusa oggi al Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari, con la consegna dei Diplomi a 35 studentesse di scuole superiori modenesi e reggiane, la seconda edizione del Summer Camp “Ragazze Digitali”, corso formativo gratuito promosso dall’Università di Modena e Reggio in collaborazione EWMD (European Women’s Management Development), l’associazione reggiana impegnata nell’empowerment femminile, presieduta da Nadia Caraffi.

All’occasione era presente la consigliera regionale PD e presidente della Commissione parità e diritti Roberta Mori, che ha portato i saluti del Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e dell’assessora al bilancio e pari opportunità della Regione, Emma Petitti, la quale, sul punto, ha avuto modo di dichiarare che “il progetto Ragazze Digitali è davvero importante e lo sosterremo concretamente perché contribuisce a colmare il divario digitale di genere, favorendo una maggiore presenza delle donne nel settore e nel mercato delle nuove tecnologie, dove queste competenze sono e saranno sempre più richieste”.

Alle ragazze e alle loro famiglie, a cui ha consegnato il diploma e le magliette del Camp insieme al capo del Dipartimento prof. Michele Colajanni, la consigliera Mori ha espresso soddisfazione per gli elaborati “digitali” presentati dalle ragazze, confermando il contributo finanziario della Regione Emilia-Romagna al corso, ed invitando i promotori del progetto ad una audizione in sede di Commissione Parità regionale.

“Questa esperienza non solo vi rafforza in competenze informatiche oggi indispensabili – ha sottolineato Mori rivolgendosi alle neo Ragazze Digitali – ma vi rende più forti rispetto agli stereotipi, alle insicurezze, che rischiamo di frenare il vostro protagonismo in tutti i campi della vita. Per questo – ha concluso – nel corso delle vostre carriere future ricordatevi anche del valore dell’esempio, per tante ragazze che non hanno e non avranno le stesse opportunità”.