La nota stampa della consigliera riminese sulla triste vicenda che ha visto coinvolta la sua concittadina

“Con la conferma della condanna a 15 anni e 5 mesi di reclusione per Edson Tavares da parte della Cassazione si mette la parola fine dal punto di vista giudiziario alla drammatica vicenda che ha coinvolto Gessica Notaro”.  E’ il commento della consigliera regionale riminese Nadia Rossi sulla triste vicenda della sua concittadina Gessica Notaro, sfigurata con l’acido dall’ex compagno.

Tavares è stato condannato perché con il suo gesto voleva “cancellare” l’identità della sua ex compagna: un tentativo miseramente fallito, come Gessica dimostra ogni giorno da quando la vita l’ha messa davanti a questa sfida. La sua identità non è stata scalfita, anzi risplende. Una forza, una tenacia che sono diventati un esempio di coraggio per le tante donne vittime di violenza, soprattutto per quelle che non riescono a rompere le catene e liberarsi dai propri aguzzini. Gessica ha chiesto e ottenuto e giustizia ed io non posso che essere felice insieme a lei per il risultato raggiunto, che sancisce ancora una volta come la violenza contro le donne non sia in alcun modo tollerabile. La piena soddisfazione arriverà solo quando la cronaca non ci presenterà più casi come questo.