Regione Emilia-Romagna e Terzo settore insieme per rilanciare l’innovazione sociale

 

<<Al via 8 progetti, finanziati con 135.513,33 euro a Ferrara e provincia. Tra i destinatari anziani, disabili, famiglie in difficoltà e donne sole>>. A dirlo è il consigliere regionale Paolo Calvano che rende nota la graduatoria del bando regionale per il Terzo settore emanato lo scorso maggio.

 

<<Grazie ad oltre 1,7 milioni di euro la Giunta regionale ha messo a disposizione dei fondi che permetteranno di finanziare ben 97 progetti sul territorio emiliano romagnolo – spiega Calvano -.  Tra questi rientrano anche quelli ferraresi, nello specifico: all’associazione di volontariato Buonincontro di Codigoro per il progetto “Il Mantello emporio solidale Pomposa” arriveranno 8.000 euro, al centro promozione sociale Le Contrade di Portomaggiore per “SCIA Scambio Coinvolgimento Integrazione Apertura” 19.316,56 euro, all’associazione di volontariato Dammi la Mano Famiglie affidatarie e adottive di Ferrara per “Un Mosaico di Opportunità” in arrivo 21.300 euro, all’APS Casa e Lavoro di Ferrara per “Crescere che fatica” 21.895 euro, all’associazione di volontariato A.M.A. Onlus Ferrara per “Il metodo riabilitango – per il benessere psicomotorio del malato di Alzheimer e del suo familiare” saranno destinati 22.500 euro, all’associazione di volontariato Insieme è più facile di Bondeno per il programma “Anziano… ma non solo!” 15.000 euro, all’associazione Oltre-Tutto di Cento per “Tempo per…Te” 14.940 euro ed infine all’associazione di promozione sociale, sportiva dilettantistica “Oratorio – Circolo ANSPI Don Bosco” di Codigoro per “Fonda-menti” arriveranno 12.561,77 euro. Si tratta di interventi concreti per la coesione sociale, l’integrazione lavorativa, l’aiuto alle persone più fragili. Questo è il welfare che vogliamo e ci impegniamo a garantire in Emilia-Romagna>>.